Fortuna o Competenza?

 

 

fortuna o competenzaPer avere successo nella vita occorre avere Fortuna o Competenza (essere bravi in qualcosa)?

E’ una di quelle domande tipo: “E’ nato prima l’uovo o la gallina?”.

Ho provato a fare un piccolo sondaggio interpellando amici, conoscenti e parenti, e la maggior parte delle risposte è stata “la Fortuna”.

Sallustio (antica Roma) diceva “”Unusquisque suae fortunae faber est”, che tradotto significa che ognuno è artefice del proprio destino e che quindi la fortuna (o la sfortuna) dipende da noi stessi.

E’ proprio così?

Io non credo. Nella vita possono, anzi capitano molte volte degli imprevisti che possono modificare il nostro destino in modo favorevole (fortunato) o sfavorevole (sfortunato) e, sui quali noi possiamo ben poco o niente.

Quante volte abbiamo sentito o vissuto la frase :”Si è trovato nel posto giusto al momento giusto” ,oppure, “Purtroppo si è trovato nel posto sbagliato  al momento sbagliato”.

E’ anche vero che l’uomo fa delle scelte, e grazie  (o per colpa) di queste scelte il proprio destino può andare in una direzione o nell’altra.

Macchiavelli affermava proprio questo: è vero che gli eventi influenzano la nostra vita, però noi abbiamo la possibilità di scegliere che strada intraprendere dopo che l’evento è accaduto.

Possiamo scegliere di godere di un evento positivo o di farlo fruttare perchè “renda di più”.

Possiamo rassegnarci ad un evento negativo e continuare a subirlo oppure lottare per superarlo in modo che ci lasci meno “cicatrici” possibili.

Per quel che mi riguarda, in quanto autore di questo blog, ritengo che quando la fortuna si manifesta, ci sia la possibilità che più persone ne gioiscano e ne godano i frutti. E’ l’aspetto etico della cosa.

Se ci pensiamo, per aiutare le persone a superare un evento negativo, ci sono assocciazioni, gruppi di ascolto, psicologi, amici che ti stanno vicino e che cercano di consolarti.

Mentre in caso di evento positivo la cosa è relegata alla pura individualità, mentre se fosse condivisa sia chi da’ che chi riceve vivrebbero una bella esperienza.

Per quel che mi riguarda, e trattando il gioco d’azzardo nell’aspetto positivo (l’azzardo non è solo male se sappiano controllarlo) credo che più che mai si possa condividere la fortuna.

Ho scritto un report sulla condivisione della fortuna che puoi scaricare gratuitamente da qui:

 

E ho pubblicato un ebook che insegna come condividere la fortuna fra amici, parenti e conoscenti, realizzando anche una rendita off-line.

L’ebook si trova qui