Il cigno nero

Il cigno nero

IL CIGNO NERO

C’era una volta in un luogo lontano lontano, un giovane di belle speranze che ogni giorno, dopo il lavoro, andava a sedersi sul bordo di un ponte a guardare, preoccupato, i cigni che passavano nel ruscello che scorreva sotto.

 

 

“Cosa ti turba?” gli chiese un ricco mercante che passava di li.

“In tasca ho una sola moneta e tanti desideri. Con la crisi che c’è, il lavoro che ho mi basta a malapena per sopravvivere.”

Sentendo ciò, il mercante gli si avvicina e gli propone una scommessa: ” Ti voglio aiutare.

Se il prossimo cigno che passerà sotto questo ponte sarà di colore bianco io darò a te una moneta, se sarà di colore nero sarai tu a darmi la tua. Accetti?”

 

Il giovane rimane un po’ sorpreso e osserva il mercante pensando che fosse ubriaco o un po’ pazzo, e pensa “Non ho mai visto un cigno nero, probabilmente non esistono. Costui non sa cosa dice…”

 

“Te l’ho detto” riprende il mercante, “Voglio aiutarti, però non posso regalarti una monetà senza un minimo rischio, così ti propongo questa scommessa molto vantaggiosa per te. Però, decidi in fretta che ho molti affari che mi aspettano!”

 

Senza esitare, il giovane accetta e assieme al mercante iniziano ad osservare il ruscello.

 

Dopo qualche minuto ecco un bel cigno bianco passare sotto il ponte. Il mercante, senza indugiare, estrae una moneta dalla propria borsa e la consegna al giovane, il quale lo ringrazia contento di quell’inaspettato guadagno senza fatica.

 

Prima di andarsene, il mercante gli dice: “Domani, alla stessa ora, ripasserò di qua’, e se ci sarai ti riproporrò la stessa scommessa. Come ti ho già detto, sono una buona persona e vorrei vederti felice”.

 

Il giorno dopo, il nostro speranzoso giovane si reca sul ponte mezz’ora prima e questa volta il suo sguardo non è più sul ruscello, ma sulla strada, in attesa del generoso mercante.

 

Il mercante arriva puntuale e gli propone la stessa scommessa, però questa volta aumentando la posta: “So che hai 2 monete. Ebbene, se passerà un cigno bianco io te ne darò altre 2, mentre se passerà un cigno nero tu mi darai le tue”

 

Il giovane accetta immediatamente e, dopo un po’, grazie al passaggio di un bel cigno bianco, si ritrova in tasca 4 monete.

 

Prima di andarsene, il mercante gli dice: “Io continuerò a passare ogni giorno, ed ogni giorno scommetterò tutte le monete che hai guadagnato sempre sul passaggio del cigno nero”.

 

Passano così i giorni. Il nostro giovane ha in tasca un bel po’ di monete. Però i desideri sono aumentati di pari passo, così giorno dopo giorno continua ad aspettare il mercante per raddoppiare il proprio capitale in modo da presentarsi alla corte del re e chiedere la mano della principessa.

 

“Oggi è l’ultima volta” pensa il giovane mentre si reca all’appuntamento sul ponte, dimenticando che anche il giorno prima aveva deciso di smettere, e anche quello prima e quello prima ancora…

 

“Eccomi puntuale, sei pronto per un’altra scommessa?” chiede il mercante. “Certamente” risponde il giovane “Non ho mai trovato persona più generosa di te”.

 

 

Si mettono in attesa del prossimo cigno, ma questa volta il suo colore non è bianco, ma nero……e il nostro baldo giovane si ritrovò al punto di partenza, ma con una moneta in meno, la sua unica moneta che ora non c’era più. Mentre il “generoso” mercante, si allontana con un sorriso ed una moneta in più.

 

LA TRAPPOLA DEL “CIGNO NERO”

Chi gioca alla Roulette, o chi scommette sul FOREX (CFD, opzioni binarie o “investimenti” a leva) pur sapendolo, continua a ricascarci. La strategia è sempre la stessa, si accumulano piccole vincite nell’illusione che siano perpetue finchè arriva lui (il cigno nero) che ci riporta a ZERO, o peggio… e si riparte convinti di aver capito.

 

 

PERCHE’?

Il motivo di base è sempre quello, siamo in bolletta e vogliamo guadagnare velocemente, possibilmente senza troppa fatica (pappa pronta e abbondante).

 

 

Quindi, le variabili che ci fanno finire nella trappola del cigno nero sono principalmente 2:

Pochi soldi e fretta. Una miscela micidiale.

 

 

La “sottocapitalizzazione” è il problema fondamentale. Se tu avessi tanti soldi, difficilmente ti avvicineresti al Forex o ai Casinò, oppure lo faresti per divertimento.

 

E’ vero, a volte il gioco può diventare una “malattia”, ma qui non si parla più di cigno nero, ma di “azzardo patologico” che è un’altra grave storia affrontata in un’altro articolo.

 

La “fretta” poi, ci impedisce di ragionare. C’è ancora chi crede nella “martingala” alla Roulette (scommetti sul rosso o nero e raddoppia finchè non esce). Ho visto su youtube migliaia di visualizzazioni su video che ti proponevano di giocare su sequenze di colori (martingala evoluta) garantendoti la vincita sicura, mentre di sicuro c’è sempre il nostro cigno nero.

 

 

I METODI SICURI

Se cercate su internet dei metodi sicuri per vincere alla Roulette o guadagnare nel Forex, troverete migliaia di pagine web ed altrettanti video. C’è chi ve li svela gratuitamente e, addirittura che vi chiede dei soldi (il massimo dell’assurdita’).

 

 

Pensateci un attimo, se un Casinò mi paga 5 dollari per ogni nuovo cliente, basta che mi organizzi e che mi inventi un metodo infallibile che garantisca guadagni solo iscrivendovi al Casinò che io vi indico. Qualsiasi metodo del raddoppio si presta benissimo, poi la fretta e la neccessita’ di soldi faranno il resto. Se riesco a pubblicare un video e a farlo arrivare a 100.000 visualizzazioni (ce ne sono), calcolando un 10% di iscrizioni, io ho intascato 50.000 dollaroni, altro che metodo vincente.

 

 

Però, nonostante tutto c’è chi puntualmente ci casca. Perchè?

 

Perchè non ci si pensa più di tanto (abbiamo fretta), si fa un ragionamento veloce che ci fa intendere che raddoppiando prima o poi si vince. E’ impossibile che non esca mai il colore su cui si continua a puntare. In effetti si vince spesso, finchè non arriva lui (il cigno nero), perchè per raddoppiare ad ogni sconfitta occorre un capitale grande, molto grande, tanto grande che, o non l’abbiamo oppure non possiamo puntarlo perchè ogni Casinò ha dei limiti di puntata.

 

 

MA ALLORA E’ POSSIBILE CREARSI UNA RENDITA CON L’AZZARDO?

 

Non lo so. Però una cosa è certa. Con i metodi che ti vengono proposti certamente NO.

 

 

Forse qualcuno, magari ha trovato un modo, però sicuramente se lo tiene ben stretto, altro che venderlo, o peggio ancora, regalarlo. Se ho un metodo che non funziona, l’unico modo per fare soldi con quel metodo è venderlo, tanto trovo sempre qualcuno che non ha tempo per studiarsi un suo metodo ed è disposto a pagare per avere il mio.

 

 

SE VUOI AVERE UNA RENDITA CON L’AZZARDO ONESTAMENTE DEVI CREARTI UN METODO TU!!!

Ed il miglior modo è servirsi di uno STRUMENTO.

 

 

Se per piantare un chiodo (obiettivo) hai bisogno di un martello (strumento), altrimenti perdi tanto tempo e ti fai male (provate a piantare un chiodo con un pugno), così per creare un metodo (obiettivo) hai bisogno di un programma (strumento), altrimenti perdi tanto tempo e soldi.

 

 

Quindi il primo e importantissimo vantaggio di uno strumento è quello di velocizzare la ricerca di un metodo e durante questa ricerca, non farti perdere soldi.

 

L’unica spesa è l’acquisto dello strumento, ma è ben poca cosa rispetto al risparmio ottenuto.

 

Se poi, grazie allo strumento, riesci a trovare anche un modo per avere una rendita, tanto di guadagnato. Come tutte le grandi scoperte, “una cosa non è possibile finchè qualcuno non la rende possibile”, ma per fare ciò occorre provare e sperimentare.

 

 

Ora come ora, per provare e sperimentare con la roulette, occorre iscriversi ad un casino’ e usare una demo. Però i pericoli sono più di uno. Innanzitutto le demo tendono a favorire il giocatore, infatti solo le versioni in reale sono controllate dai vari organi preposti, per le demo ci si affida al gestore (casinò) il quale ha come unico interesse che il giocatore si iscriva ed inizi a…perdere.

 

 

Inoltre, per testare se un metodo funziona occorre molto tempo se si utilizza una demo, tempo che un giocatore tende a sottovalutare e quindi, quando dopo qualche tentativo vede che vince qualcosa, si butta nel reale convinto di aver trovato la soluzione, mentre quello che ben presto troverà sarà il famigerato cigno nero.

 

 

Con uno strumento, il giocatore entra in possesso di un simulatore che simula “appunto” una roulette online con il vantaggio di velocizzare moltissimo i calcoli e quindi gli esperimenti. Uno strumento non ha gli effetti grafici che usa il casinò per imbambolare il giocatore. E’ freddo, ma efficace.

 

 

Una volta imparato ad usare, ci si rende conto che, oltre a proteggere il nostro portafoglio, uno strumento permette di vedere se una nostra idea di metodo, funzioni oppure no’, e tutto questo in pochissimo tempo.

ROULETTE 3+1

 

 

 

roulette 3+1

 

 

 

Ecco lo strumento che ho preparato per te che vuoi cercare di ricavare una rendita dalla roulette.

Un app-ebook (ebook con all’interno un link per scaricare gratuitamente un programma) molto potente.

Clicca qui per andare al prodotto.

Conosco già la giusta domanda che faresti a chi ti propone un metodo “Ma se “ti” fa vincere, perchè non lo usi tu e guadagni così i soldi invece di venderlo”.

 

 

La risposta è molto semplice. Perchè non è un metodo, ma uno strumento e chi crea uno strumento non sempre (quasi mai) è il migliore nell’adoperarlo, se fosse così, la Ferrari affiderebbe la guida delle proprie macchine da corsa di Formula 1, agli ingegneri che le hanno progettate.

 

 

Non sempre (quasi mai) chi costruisce uno strumento, ha le intuizioni o la fantasia che può avere chi lo utilizza.

 

E poi, chi lo dice che non lo stia usando pure io….